-10.8 C
Roma
venerdì, Gennaio 17, 2020

Er penziero

Er penziero è quell’atto naturale che nasce ner cervello de chi penza, per cui chi de cervello resta senza arissomija tutto a un animale. Pe’ questo l’omo è...

Innamorato

Tu m'hai fatto poeta e tu m'ispiri! Tu se' quella ch'er monno me colora… So' geloso dell'aria che respiri, so' geloso der vento che te sfiora! Odio l'arte,...

Le fatiche d’un deputato

Incontro a casa mia c’è un deputato che mo j’ha preso come ’na passione, de fà stà er corpo suo i’ lavorazzione e da tienello sempre esercitato. Sta...

Un po’ de sole

Sole d’autunno, sole generoso che te posi su me come su un fiore; sole che indori, limpido e radioso, l’arbero scheletrito d’un amore… Fra tanto gelo, sole luminoso, barsamo...

Pennellate su Roma

La tavolozza tua, caro pittore, cià li colori de la nostargia e quanno che spennelli Roma mia me dai ’na puncicata de dolore. Perché arivedo er fiume incantatore senza...

Ar sinnaco

’Sti du’ versacci vanno ar Campidojo portanno er sentimento der poveta che co’ ’na rima alata e un po’ faceta, fatta de «strafottino» e...

L’agopuntura

Nonno leggeva er metodo cinese che cura l’òmo co’ l’agopuntura; voleva sapé tutto su ’sta cura, ma s’abbioccò pe’ er sonno che je prese. Sognò che co’ ’sta...

Er tema

Er tema era de facile attuazzione: «Esprime er desiderio più sentito». E così ogni scolaro a que’l’invito s’infervorò e scrisse in concrusione. Le moto Honda furno a sprofusione richieste...

La sottoscritta

Nun so’ ’na poetessa de cartello, cioè… ve vojo dì… nun so’ ’na cima; però pe’ mette insieme quarche rima ce vò pure ’n tantino de cervello. Si...

Er matrimonio de còre

Rimasti soli, lei co’ lo sposetto E che la compagnia se n’era annata, quasi piagnenno, pòra ciorcinata, fece ar marito: – Sentime, Righetto: inzino adesso nun t’avevo detto che...