6.6 C
Roma
domenica, Aprile 21, 2024

Innamorato

Tu m'hai fatto poeta e tu m'ispiri! Tu se' quella ch'er monno me colora… So' geloso dell'aria che respiri, so' geloso der vento che te sfiora! Odio l'arte,...

La canofiena

Quanto ce godo a fà la canofiena assieme a lei che ride e cià paura! – Oddio! Va’ piano! – Zitta, sta’ sicura: strigneme forte e nun...

Er virus co la corona

Te lo ripeto, devi statte accorto. P'er viruse che c'è e viè da la Cina ancora nun ce sta la medicina. Metti 'na mascherina sopra ar vorto; siccome...

Come pò esse?

Er sor Gregorio, un omo grosso e grasso, siccome se sentiva un gran dolore, uscì da casa e agnede, passo passo, a fasse visità da un bòn...

Er penziero

Er penziero è quell’atto naturale che nasce ner cervello de chi penza, per cui chi de cervello resta senza arissomija tutto a un animale. Pe’ questo l’omo è...

Un po’ de sole

Sole d’autunno, sole generoso che te posi su me come su un fiore; sole che indori, limpido e radioso, l’arbero scheletrito d’un amore… Fra tanto gelo, sole luminoso, barsamo...

Li pochi ma boni

Ve presentamo er nostro «circoletto». Er più mejo che c’è: soci Sgnappella, Bucaletto, Ciarioca, Cuccumella, Scannello, Pallagrossa, Pidocchietto, Mammalasorca, Giuda, Cefaletto, Menefrego, Naticchia, Canipella, Cacarazzi, Ancinello, Gurgumella, Ciancicafregna, Pertica, Torzetto, Baciaculo cassiere,...

Er pescatore

Pescetti, pescatore impenitente, ogni giorno che l’estro lo commanna, sfidanno l’aria e er sole più cocente, pija l’arnesi e lassa la capanna. Va giù pe’ fiume, guarda la...

La tommola

Si ognuno cià vicino 'na maschietta, er gioco de la tommola è carino perché, mentre co' l'occhi se spaghetta, se gioca puro sotto ar tavolino. Ah, lì sotto,...

Dar confessore

– Padre, ho peccato. – Quante vorte è stato? – Tutti li lunedì: so’ parucchiera, chiudo er negozio e opro la cerniera. Capisce quer che intenno, sor...