20.4 C
Roma
lunedì, maggio 21, 2018

Li tabblette

Cor deto affaccennato sur displei, avanti e addietro pe cercà l’oppzzione, incontri centinara de perzone che stanno a smanettà come babbei. Aifone, Aipadde, so’ li novi dei d’un monno...

Li spaghetti

Appett’a un ber piattone de spaghetti nun c’è ’na cosa che pò stà a confronto; percui quanno so’ cotti, e tutto è pronto, li tratto co li...

Li frammenti der penziero

Perzo ner labbirinto de la notte, riunisco li frammenti der penziero. Manco la luna illumina er sentiero de sassi e de mortella che m’inghiotte. ‘Na...

Le voci

Abbraccio co lo sguardo la marina: l’ampia distesa giace liscia e piana; la luna piena luccica lontana e indora de riflessi la banchina. Cammino su...

L’ambientalista convinto

Fatte capace, Meo, la soluzzione è degna de cervelli de talento: pe sarvà Roma da l’inquinamento tocca mannà le maghine in penzione. Siccome er gasse...

Fantapolitica 2018

Si stamo in tema de supposizzioni, benanche ce capisco poco e gnente, devo penzà ch’er novo presidente diriggerà un governo de campioni. Su li ministri...

Er cavaliere rugantino

Dicheno che m’ho da scanzà de lato, quarmente a lo zerbino d’un palazzo, come ’na cosa che nun vale un cazzo; un tale affronto...

La tranquillità der vecchio presidente 2

Ma er popolo, purtroppo, è «ballerino»: prima vò un capo, doppo lo rinnega; e, su l’istesso fà der mezzasega, je sfugge er palo e...

La tranquillità der vecchio presidente 1

Er presidente campa assai tranquillo ner sito indò se fa li cazzi sui; ma, si quarcuno lo contesta, lui je s’arivorta come un coccodrillo. Si...

La tivvù curturale 2: lei

Me sa che tu stai fora de cervello o forze nun conoschi la curtura. Come se pò spaccià pe accimatura ’na trasmissione come er...