Come pò esse?

Er sor Gregorio, un omo grosso e grasso, siccome se sentiva un gran dolore, uscì da casa e agnede, passo passo, a fasse visità da un bòn...

Le cinquecento lire d’argento

Alegri tutti quanti, ché ar momento s’incomincia a riccoje er seminato! Fra poco se vedrà e’ risanamento che riguarda le casse de lo Stato. A ottobre sortirà fora...

Considerazzioni

Nun so se sia la boria o l'ambizzione Oppure la mania de la grandezza… Che cert’ommini, senza riflessione, Sputeno da la bocca l'amarezza… Quello che so è che...

Er crollo de ponte Morandi a Genova

’No scricchiolìo sinistro, un porverone; e l’urtimo sobbarzo der gigante fenisce drent’ar fiume sottostante co l’urli de chi passa sur troncone. Er crollo de quer ponte fa impressione, ma...

Conzijo d’amico

– Senti, – me fece Peppe dell’Armata – tu me sei amico e m’hai da dà un conzìo. Tre mesi fa me scappò via mi’ fìo e...

Furto continuato

Maledetta quell’ora e quer momento che zompai sopra ar tramme a Porta Pia; mo nu’ lo proverebbe ’sto tormento ch’è er fastidio più granne che ce sia! E...

Caterinona

– So’ de giardino tenere! – strillava forte er mannolinaro, e: – Caterina ha ingrossato le chiappe! – E camminava lesto lesto pe’ piazza Barberina. ’Na villana davanti...

Er budello der sor Giuanni

Freghelo, er sor Giuanni, che budello! E ’ndove j’arisponne er chiavicone? N’ho visti tanti, ma er magnà de quello basterebbe a sazzià venti persone. Abbasta a dì che...

Bacio de mamma

Dico la verità, stavo avvilito; doppo una sbiossa simile, chi è quello che nun se sente rivortà er cervello e tutto quanto er corpo indebbolito? A stà bene...

Er monumento a Cola

Quanno che ieri agnedi a Campidojo a fà caccià le carte pe’ Vincenzo, viddi in mezzo ar giardino, su ’no scojo, la statuetta de Cola de Rienzo. C’era...