19.8 C
Roma
venerdì, Aprile 19, 2019

Li pochi ma boni

Ve presentamo er nostro «circoletto». Er più mejo che c’è: soci Sgnappella, Bucaletto, Ciarioca, Cuccumella, Scannello, Pallagrossa, Pidocchietto, Mammalasorca, Giuda, Cefaletto, Menefrego, Naticchia, Canipella, Cacarazzi, Ancinello, Gurgumella, Ciancicafregna, Pertica, Torzetto, Baciaculo cassiere,...

Inquinamenti

Quattordici anni, appena sviluppata. – Ma che te senti, fija benedetta? In poco tempo sei così ingrassata e ciai pure un po’ gonfia la panzetta. Ma forse te...

Le buche de Roma

Povera Roma, come sei ridotta! Che quadro desolante, che malanno! Tutte le strade stanno sprofonnanno come fussero fatte de ricotta! E ammazzele che buche che ce stanno! Ognuna è...

Cose da vedesse

Ne l’estate, hanno detto, le nudiste verranno a Roma pe’ sfilà a li Fori. Ne vedremo de tutti li colori, sippure troppe ormai n’avemo viste. Er guaio grosso...

Le tartarughe de piazza Mattei

Sarà, ma a me me sa che ’sta fontana è un monumento a la burocrazzia d’un tempo che però nun s’allontana da quella che c’è mo in...

La sorte de l’agnello

L’abbacchio, ossia l’agnello, si volete, è simbolo d’amore e fratellanza; lo dicono perché, come sapete, è tanto bòno: sì, ma pe’ la panza. È ’na bestiola docile, credete, senza...

Anima in pena

De me nun ciai bisogno e io ce credo, anzi me sa che nun te frega gnente. Questo è er concetto che me viè a la...

Storiella d’oggi

Claretta finarmente è grannicella, la madre se la guarda co’ tremore: – Hai da stà attenta, – dice – cocca bella, ché ’sto monnaccio è tanto traditore. Quann’esci...

Er teatrino

Quanno la «tela» variopinta e bella viè ritirata come da ’na molla, s’affaccia a la ribbarta Purcinella. E dopo varie mosse e buffonate cor compare ce nasce poi...

La «palestra dei lettori»

Si te sentissi d’esse un po’ poeta, la «palestra» t’insegna pe’ davero, te dà bòni consiji, dice er vero precisanno da l’a sino a la zeta. A datte...