L’emigranti 2

– Lisandro mio, ’ndò semo capitati! Antro che cazzi! Qui pare un bordello: ce stanno tutte gente de cortello, le peggio accimature d’imboscati. Diciotto mesi co ’sti sfaticati? E...

Er prossimo futuro

La zozzeria galleggia su li mari, er bucio ne le spazzio siderale, un pezzo de foresta tropicale immano a facortosi bujaccari. E noi, futtuti pezzi de somari, fijacci d’un...

La tivvù curturale 1: lui

Nun pòi penzà che la televisione riunisca la famija. È ’na stronzata! Defatti er fregno che se l’è inventata l’ha detto co ’na certa...

Er cane scolaro

Ciò un cane così bravo e inteliggente, j’amanca solamente la parola, che ho già deciso de mannallo a scola da un professor de cani competente, in grado d’inzegnaje...

Casa mia

Da quanno me so’ fatto ’sta casetta nun ciò ricetto, campo ner cordojo; ricoro spesse vorte ar portafojo e un giorno appress’a l’antro sto in bolletta. Belli guadambi...

La fuga 1

Conzorte stimatissima e adorata, te scrivo, sarvognuno ’sto bijetto perché devi sapé che da un annetto so’ er principe d’un’isola affatata. Tu penzerai che ho...

Er maneggione

Ormai so’ etichettato «maneggione» a causa de l’apparti che ho truccato e adesso, porca zozza, so’ indacato pe furto, peculato e coruzzione. Er fatto ha sollevato un porverone, a...

Cronache scolastiche 2: la madre dello studente

’Sto poro fijo nostro s’è sciupato: è pell’e ossa, nun ce stanno santi, in grazzia de ’na cricca d’insegnanti che l’hanno sempre sottovalutato. Sai che hanno detto? Che...

Er nodo de la vita

Da quanno naschi, in base a la sentenza der fatto der peccato origginale, sei pressappoco come ’na cambiale firmata in un momento d’emergenza. Però co ’na leggera diferenza che...

Consiji de padre

Je l’avrò detto mille vorte: – Aspetta, credi a papà, sposasse è compricato. Penzece bene, già te l’ho spiegato, se tratta de ’na bella cotoletta! – Ce crederessi?...