23.8 C
Roma
domenica, Agosto 14, 2022

Er femminismo

Quanno che, bardanzosa, ’na madonna se impegna ne’ riscatto der sociale te fa ’na guera ar fatto sensuale tiranno sempre più vento de fronna. Roscia,...

’Na vecchia cartolina

Ner cassetto d’un mobbile, in cantina, ne la casa in montagna ’ndò so’ nato, drento a ’n libbro de scôla ho ritrovato de cinquant’anni...

L’aria de primavera

Tutto s’alleggerisce in primavera; s’alleggerisce er corpo cor cervello; la moda sorte fòra più leggera perché nell’aria spira er tempo bello. La primavera è come un ritornello de vita...

Delitto de Stato

Legato come Cristo a la colonna davanti a na spianata de moschetti un cittadino prega a denti stretti. Ma chi lo sarva? Manco la...

La posta celere

Poi se dice che nun cammina gnente. Ma ieri me so’ dovuto da ricrede e vi ricconto mo com’è che agnede; ve lo giuro:...

L’amore d’anniscosto

Te compatisco, sai, Pietruccio mio: l’amore d’anniscosto è un tribbolà’! Te dico, l'ho provato puro io: è ’na boiata, possin’acciaccà’! «De qua nun ce passamo, c’è mi’ zio… Scanzete,...

Eva

Doppo d'avé giocato p' un ber po', solo come un frescone, a bottonella, Adamo, stracco morto, se sdraiò da dietro a 'na spajera de...

La sorte de l’agnello

L’abbacchio, ossia l’agnello, si volete, è simbolo d’amore e fratellanza; lo dicono perché, come sapete, è tanto bòno: sì, ma pe’ la panza. È ’na bestiola docile, credete, senza...

Materialismo dantesco

Prima de tutto, sprofonnò all’inferno l’eretico, er ruffiano, er prepotente, er ladro, er linguapuzza, er delinguente pe falli abbruscolì ner foco eterno. Doppo, però, s’intese più paterno e mise...

Te n’aricordi ?

Me dicessi accusì: – Fior de mortella, perché me state co’ ’sta faccia gialla e me venite co’ ’sta tremarella? – E io lì...