Gnocchetti e tortori

109

«T’ho messo a gnocchetto» è ’na frase che arisale tanto addietro ne la storia de Roma, precisamente a quanno ner 1888 principiorno li movimenti operai.

Er significato sarebbe come a dì «t’ho corcato de botte» o «t’ho ridotto ’no straccio». E li gnocchi da magnà nun ciazzeccheno propio.

Er nome viè da Ettore Gnocchetti, anarchico de la cellula de li Castelli romani, che andiede a Roma pe baccajà contro er governo e fu tortorato e arestato er primo maggio der 1891 a piazza Santa Croce in Gerusalemme, indove se fermaveno li protestanti a quer tempo.

Corsi e ricorsi storici…

Puro la settimana passata (più de centotrent’anni dopo) so’ volate tortorate durante tante manifestazioni pe la pace in Palestina.

Er caso de Pisa è annato puro a finì su li telegiornali tanto che mo er ministro dell’interno ha da risponne in parlamento.

Inzomma a Pisa, già città de la tore che penne, de normale j’è arimasta solo la Scòla.

Monica Bartolini

Ne la foto: la tore de Pisa