Toponimo veneziano

245

Ѐ notizia de ieri che scavanno ar centro de piazza San Marco a Venezia hanno trovato ’na tomba medievale che era la seportura d’un regazzino piccolo e de antri sei. In quarsiasi antro posto der monno sarebbe ’na scoperta sensazionale – tipo quanno trovorno er re Riccardo III sotto er parcheggio a Leicester – ma in Italia nun ce fa né callo né freddo.

Er motivo è semprice: semo ’na nazione co così tanti millenni de curtura e così poco spazio in superfice che è normale che l’ommini hanno costruito su le rovine de chi li aveva preceduti!

Sotto la piazza der Duomo de Milano ce sta gnentemeno er battistero indove sant’Ambrogio aveva battezzato sant’Agostino; ne la panza de Napoli ce sta de tutto, pure ’na necropoli greca; sotto piazza Venezia a Roma, hanno da levà li reperti ner mentre che scavano per la metropolitana e poi rimetteli a posto!

Ma è puro vero che cianno fatto perde er gusto de studià la storia de li padri, nun sia mai s’accorgessimo che erano mejo de noi!

D’antronne a Roma ce l’hanno imparato li papi, che hanno costruito er potere sopra la seportura der pescatore Pietro, travisanno er sacro dettato e ficcanno tutti li predecessori ne lo scantinato.

Sarà pe quello che Francesco ha deciso de fasse seppellì drento Santa Maria Maggiore?

Monica Bartolini

Ne la foto: lo scavo a Venezia