La tripletta der governo

54

Puzzeno ’n pochetto de pallone le notizie de oggi: mica perché la Juve ha buttato Allegri giù da la panca (vedi ’n po’ che nun s’era capito che succedeva!), ma perché er governo, manc’a dillo sotto l’elezioni pe l’Europa, s’è segnato tre vorte da solo su la comunicazione istituzionale.

Ha principiato er ministro Lollobrigida co la penzata che a magnà tutti assieme se lavora mejo de l’unità de crisi de la Farnesina; doppo ce so’ le misure che mommò se voteno, robba che cià a che fà co le piattaforme de li ristoranti e de li bare, che nun s’hanno da smove, puro si la pandemia è fenita da quer dì; l’urtima è che – quarchiduno lo dice ’n de le recchie a Palazzo Chigi – la presidente Meloni in persona è ita a Pratica di Mare a fà li salamelecchi ar paesano nostro Chico Forti, ch’ariva da l’America co ‘n volo militare, pe seguità a scontà drent’ar carcere de Trento la pena pe omicidio.

Avressimo da dimannà a Mourinho, che è l’esperto, si stam’a parlà de ’na tripletta oppuramente ciabbasta ’n minimo de cervello?

Monica Bartolini

Ne la foto: Giorgia Meloni co Chico Forti