Rotocalchi

172
di Mario Larini

Viva la faccia de la libbertà!
Su li giornali mo, in fotografia,
tu pòi vedé la casa de lo Scià
o quella de la Lollo e de Sofia.

Le sale tappezzate de lillà,
li piatti d’oro co’ l’argenteria,
le porcellane fatte a Bogotà,
li specchi de Murano e d’Ungheria…

Ce manca solo che ce fanno vede
er divo che se purga la matina
e quanno, doppo, se va a mette a sede.

Però nisuno mai ce fa guardà
chi cià solo ’na cammera e cucina…
e nun cià manco er pane pe’ magnà!