Vesterne a l’italiana

223
di Fernando Barbaranelli

Er vesterne ched’è? ’Na sparatoria
indove tutti moreno ammazzati
e certe vorte vengheno impiccati
mentre che lo sceriffo ce va in gloria.

C’è poi er salone indove co’ gran boria
ognuno cerca rogna e, invelenati,
li crienti più forti e intropeati
rompeno tutto e canteno vittoria.

Arriva intanto er gruppo de banniti
che vonno l’oro puro si nun c’è
e se fanno ’na bella cavarcata.

Gireno p’er paese e so’ assaliti
da ’n ’antra banna e allora che ne viè?
Ne viè la più tremenna scazzottata.