Fumata nera a Barcellona

52

Il rappresentante Usa per il commercio estero Robert Lighthizer ha annunciato al congresso che non si applicheranno i dazi all’importazione di acciaio e alluminio ai paesi europei e ad altri alleati tra cui Australia, Corea del sud, Argentina e Brasile. Donald Trump  dichiara il suo rispetto enorme per il presidente cinese Xi Jiang, ma ciò non gli impedisce di chiedere a Pechino almeno sessanta miliardi di dollari per danni derivanti dall’uso di segreti tecnologici e commerciali. Fumata nera a Barcellona dove manca il quorum all’indipendentista Jordi Turull per ottenere la presidenza; si voterà di nuovo sabato ed è corsa contro il tempo per precedere il rinvio a giudizio per ribellione presso il tribunale supremo. Molto meno drammatiche ma per ora in alto mare le trattative per i più alti scanni delle camere che inaugurano oggi la diciottesima legislatura ed è improbabile che si giunga a una elezione ai primi scrutini. In California, dopo Berkeley e West Holliwood, anche San Francisco con decisione unanime proibisce la vendita di abbigliamenti confezionati con pelle animale. Il 21 aprile sarà il compleanno della regina Elisabetta, ma prima dovrebbe nascere il terzo royal baby dopo George e Charlotte, che hanno rispettivamente cinque e tre anni. Sarà con i genitori Kate e William tra gli ospiti al matrimonio dello zio Harry con Meghan Markle al castello di Windsor: per la cerimonia del 19 maggio sono stati spediti seicento inviti stampati su una macchina del 1930 con inchiostro americano su carta inglese. Sotto lo stemma di Carlo si potrà leggere: sua altezza il principe di Galles chiede il piacere della sua compagnia.

Lillo S. Bruccoleri