Primi de la classe

20

De laureati a spasso se ne troveno pochi in Europa, grosso modo uno su nove; in Italia poco più der doppio. Se tratta de giovani senza impegni de studio o de lavoro compresi ne la fascia d’età inzino a ventinov’anni; ma in fatto d’istruzione certificata da ’n titolo semo tra l’urtimi: dopo de noi solo Spagna, Malta e Portogallo; primi de la classe la Germania, la Francia e er Regno Unito preso in considerazione prima de la Brexit. Li dati forniti da l’Istat su le persone d’età compresa tra venticinque e sessantaquattr’anni fanno vede che a avé armanco ’n diproma è poco più der sessanta per cento contro ’na media de l’unione a ventotto de quasi l’ottanta. Ner tramente che vengheno diffuse ste rilevazioni, la ministra de l’istruzione Lucia Azzolina affronta er problema de la riapertura a settembre: le scole stann’a lavorà tanto e bene, quarchiduna potrebbe decide de portà l’unità oraria da sessanta a cinquanta minuti; l’antri dieci sarebbeno ridati a li studenti in difficortà.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: Lucia Azzolina