Pietà pe’ la Pietà

149
di Emilia Brebbia

Sémo arivati a questo, mamma mia:
a salì su l’artari e, a martellate,
sfreggià le statue sante e venerate
frutto d’ingegno ardito e de poesia.

Co’ le fattezze belle e immacolate
guardava er fijo suo, dorce Maria!
Se commoveva er monno a quela pia
composizzione, d’epoche passate.

Miracolo, sortito da’ la mano
der granne Michelangelo scurtore,
a sfidà er tempo che nun passa invano.

Er braccio, l’occhio, er naso se rifanno,
ma la ferita che Maria cià in còre
je fa più male… E quello è er vero danno!