’Na magnata in tante lingue

80
di Silvia La Comera

Ciamanca poco a Pasqua e finarmente
tra quarche giorno inizzia la vacanza
e tutti oprimo l’ovo ar cioccolato
e lo magnamo, come vò l’usanza.
Dentro ce sta ’no straccio de sorpresa,
ma a noi ciaspetta un’antra brutta impresa.
Defatti mentre nonna s’è impegnata
a parcheggià sur tavolo
’na cifra de pietanze,
pe soddisfà li stommichi e le panze,
ciò l’impressione che dovrò compone
in quer frappè de lingue ogni verzione.
Così che le lasagne
e le patate ar forno
so’ bone si le mischio a lo spagnolo,
a l’arabbo e a l’ingrese pe contorno.