Meno rischi di falsificazione per i tagli inferiori a cento euro

49

Rientra l’allarme per la Senna: secondo Vidicud (vigilanza su livello del fiume) ci si dovrebbe fermare a quota 5,80, quindi sotto la temuta soglia di sei e oltre, mentre si potrebbero verificare innocue esondazioni della Marna e dell’Yonut. Il governo spagnolo conferma il ricorso contro l’investitura di Carles Puidgemont alla presidenza catalana, mentre in Venezuela il tribunale supremo di giustizia (Tsj) ordina l’esclusione dal tavolo dell’unità democratica (Mud) della coalizione di opposizione che non sarebbe in regola con le registrazioni al consiglio nazionale elettorale (Cne): al momento l’unico candidato resta il capo dello stato in carica Nicolás Maduro. Si apprende che il museo Guggenheim di New York avrebbe negato alla Casa Bianca il prestito di un quadro di van Gogh («Panorama con neve«) in partenza per Bilbao; in cambio avrebbe offerto una scultura realizzata dall’italiano Maurizio Cattelan in oro massiccio di diciotto carati e consistente in una tazza della toilette, definita opera essenziale e molto fragile. La notizia è stata data dal «Washington Post» con la maliziosa aggiunta che l’invito risulta ancora senza risposta. Aumenta il numero di banconote false: la Bce l’anno scorso ha ritirato quasi settecentomila biglietti, ma il fenomeno delle contraffazioni dovrebbe attenuarsi grazie alla migliore qualità di quelli più recenti. In proporzione sono molto di meno i tagli da cento, duecento e cinquecento data la minore quantità in circolazione.

Lillo S. Bruccoleri