La parolaccia

7
RUGANTINO n. 12953 del 07 agosto 2012

di Maria Giuseppina Di Sanza

La parolaccia nun se deve dì
perché degrada sempre chi la dice,
eppoi chi la riceve è assai infelice
e troppo spesso tu l’hai da sentì…

La parolaccia nun se pò capì:
è ’n’espressione assai calunniatrice
che t’avvilisce inzino a’ la radice,
è un’usanza che deve da finì.

Ma quanno che te fanno quarche torto
te viè a’ la bocca co’ facilità
si vedi che quarcosa è annato storto.

Eppoi e’ romano è un tipo sminchionato
e si c’è quarche cosa che nun sta
cià de riserva er «vammoriammazzato!»