La conquista

19
di Delio Pecci

La prima vorta che m’innammorai,
ciavevo sì e no diciassett’anni;
da allora so’ passati quarant’anni
e più de trenta che me la sposai.

Nun so si quante vorte litigai
co’ uno che faceva er dongiovanni
co’ lei e nun te dico quanti affanni
p’avella vinta io me procurai.

Noi, come in ogni cosa, a prima vista
credemo sempre de bacià la gloria
si quarche vorta famo ’na conquista.

Ma co’ la donna nun te va mai dritta,
ché quasi sempre, doppo la vittoria,
avressi preferito la sconfitta!