Italia generosa nel rugby

87

Avverrà il 14 maggio, nel giorno della dichiarazione di indipendenza israeliana, l’insediamento a Gerusalemme dell’ambasciatore degli Usa David Friedman, che lascerà Tel Aviv con un ristretto numero di collaboratori per trasferirsi nell’attuale consolato nel quartiere di Arnona. Le stesse fonti della notizia, proveniente da ambienti politici e riferita dai media locali, precisano che in un primo tempo saranno assicurate nella nuova sede dell’ambasciata solo funzioni consolari. Il giudice dell’audencia nacional Carmen Lamela ha liberato senza cauzione Josep Luis Trapero, il capo della polizia deposto dal governo centrale per non avere impedito il referendum del 1° ottobre. Si apprende intanto che la polizia spagnola avrebbe cercato l’ex presidente catalano Carles Puidgemont a Barcellona perquisendo nell’aeroporto El Prati l’aereo privato dell’allenatore del Manchester City Pep Guardiola, del quale sono note le simpatie indipendentiste. L’Italia del rugby si conferma avversaria generosa capitolando nel torneo delle sei nazioni di fronte alla Francia che non vinceva dal 18 maggio dell’anno scorso. Un lancio di palloncini a Pesaro ha dato il via alla settimana rossiniana, che fino al 4 marzo proporrà una ricca serie di appuntamenti tra spettacoli, concerti, percorsi del gusto e incontri vari. Si è di fatto inaugurato l’anno delle celebrazioni per il centocinquantesimo anniversario della morte del genio marchigiano, anche se per ora se ne ricorda il non compleanno: il Cigno di Pesaro era infatti venuto al mondo il 29 febbraio e amava scherzare sulla circostanza di poter festeggiare la propria nascita una sola volta ogni quattro anni.

Lillo S. Bruccoleri