Importanza linguistica

68
di Angelo Marte

Appena entrato a’la comunità
così detta europea, puro l’ingrese
pretenne che la lingua da parlà
dovrà esse la sua e no la francese.

Tanto ch’ha fatto nasce là pe’ là
un probbrema che dura già da un mese
e chissà quanto ancora durerà
si nun la pianterà co’ ’ste pretese.

Lui dice che la lingua più gustata,
bôna e semprice è solo quella sua…
Pe’ noi la mejo è quella… affumicata.

Sinnò ce sta un parlà popolaresco
che li mette d’accordo tutt’e dua:
un «vammoriammazzato» in romanesco!