Fatece largo

67

Un sondaggio fatto in Gran Bretagna fa vede che ar 42 per cento de li giovani che so’ diventati adurti a l’inizio de sto millennio, detti appunto millennial, nu’ je passerebbe manco pe l’anticamera der cervello de fà mette a sede su un bus o un tranve ’n anziano o ’na donna incinta; però a un terzo e più de quelli che hanno intervistato je pare sconveniente de ignorà er prossimo su li social. Sorte fora cusì ’n annazzo che porterebbe li giovani a annisconnese ner monno virtuale pe scappà a ’na reartà mortificante pe le generazioni nove, che se senteno sacrificate sotto tutti li punti de vista: economico, professionale e pure climatico. Tutto questo nun vordì che se ne fregheno: a ’na settimana da le consurtazioni politiche arisurta drent’ar Regno Unito ’na forte crescita de le registrazioni elettorali propio der numero de persone de ’sta fascia d’età. La spinta a ’na maggiore influenza de li giovani drento la vita pubblica è confermata pure a Madrid da Greta Thunberg: li politichi se deveno dà da fà, nun se pò più aspettà, s’hanno da vede le cose reali che inzin’a mo’ nun ce so’ mai state.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: relax sull’autobus