Er nòto sincronizzato

22
di Claudio Sterpi

Le regazze de fronte a la piscina
aspetteno che attacchi er ritornello,
fanno un tuffo nell’acqua e sur più bello
incominceno a fà la pantomina.

Ognuna, ar paro d’una ballerina,
sguizza e coll’artre t’arma er carosello:
so’ scene pitturate cor pennello,
frutto d’una precisa disciprina.

Quante rinunce pe’ riuscì vincenti!
Ma quanno se smatassa l’esercizzio
se mostreno ognisempre soridenti.

La musica se smorza e ste sirene
cor batticòre aspetteno er giudizzio,
speranno che sii annato tutto bene.