Er Natale de Roma

273

Ecco er saluto der professore Porfirio Grazioli, presidente der Centro Romanesco Trilussa  che cià la sede ‘ndò ce stava er teatro Rossini, che mo se chiama palazzo Santa Chiara, ar nummero 14 de la piazza co l’istesso nome.

Carissimi poeti, soci, amichi e gente che volete bene ar Centro Romanesco Trilussa! Fino a Pasqua avemo aspettato e sperato de poté festeggià come se deve li 2773 anni de Roma nostra e li 50 tonni tonni der nostro Centro Romanesco Trilussa. Sto fijo de «mamma ignota», er coronavirusse, in de sto 2020 bisesto cià dato a tutti la più peggio de le buche: nun bastavano quelle che già ciavemo!

Ner mentre che ve manno a tutti «urbi et orbi» er mi’ saluto in cordiale «spiritaccio» romanesco, ve do conferma che la festa de li du’ compreanni se farà «più bella e più gajarda che pria», appena ce sarà er visto de «libberuscita» de quer boia de coronavirusse. Viva er Centro Trilussa e viva Roma!

Ne la foto: er presidente der Centro romanesco Porfirio Grazioli