Dichiarazione

118
di Checco Durante

J’ho chiesto amore… È diventata rossa,
m’ha guardato… m’ha fatto un sorisetto,
poi co’ ‘na grazzia tutta sua e ‘na mossa
che m’è ballato er core drento ar petto

m’ha risposto de sì… Cristo che scossa
che ho provato qua dentro!… Ce scommetto
che de fronte a ‘na gioia accusì grossa
nessuna cosa me farà più effetto.

Lo capischi com’è? Era da tanto
che ciavevo ner core la passione
e cercavo de dije tutto quanto.

Pe’ nun famme vedé la commozione
lei se sforzava de nisconne er pianto
e io rimasi lì come… un frescone.