Cultura e oscenità

119

La Bulgaria, il più povero dei paesi europei, per la prima volta assume la presidenza di turno dell’Unione. In agenda problemi delicati e scottanti, a cominciare delle migrazioni per le quali a Bruxelles si vorrebbe un accordo entro giugno, nonostante il categorico rifiuto di ogni idea di quote da parte dei paesi dell’est a cominciare da Polonia e Ungheria. In questo anno le capitali della cultura sono La Valletta a Malta e Leewarden in Olanda: il commissario Tibor Navracsics rileva che entrambe le città partecipano con numerosi progetti alla costruzione di una identità europea. Nel 2019 toccherà all’Italia con Matera e alla Bulgaria con Plovdiv. In Egitto è stata arrestata la cantante Laila Arner per video musicali osceni in base alla morale islamica. Nel mirino della procura è finita la canzone «Guarda tua madre», che foneticamente è scabrosa («Bos Omak»), con l’accusa di attentato ai costumi e incitamento alla depravazione. La denuncia è partita dal direttore di un centro per gli studi politici del Cairo.

Lillo S. Bruccoleri