Benedetti sganassoni

70

Si combinavo quarche «indiscrezzione»,
da piccoli se sbaja facirmente,
de solito mi’ padre era pazziente
e me rimproverava co le bone.

Poi venne er tempo de la confusione
che attufa li penzieri ne la mente:
le tentazzioni dell’adolescente;
papà che me grazziava cor sermone.

Ma er giorno che commisi un’azzionaccia,
me lo ricordo come fusse adesso,
m’arizzollò co quattro sleppe in faccia.

Pò stà che in quer momento l’abbi odiato.
Oggi ce penzo e lo ringrazzio spesso
pe queli sganassoni che m’ha dato.