E piantatela!

59
di Peppe er Greve

Nun so quanto ve dura ’sto giochetto,
ma stavve a stuzzicà senza ritegno
siconno me fa parte d’un disegno
che forze v’ha sconvorto l’intelletto.

Un gradiatore degno de rispetto
nu’ sprega a dritta e a manca er propio ingegno,
come, presempio, un quarsivoja fregno
quanno che fa le cose pe dispetto.

Un gradiatore che sii gradiatore
combatte, viè ferito, aricombatte
e ne l’arena duella e se fa onore.

Invece voi, ve pìasse un accidente,
voi sete cazzabbubboli in ciavatte
e, quann’è ar dunque, nun valete gnente.