Un premio meritato

23

L’accademia de Svezia ha annunciato l’assegnazione der premio Nobel per la pace al World food programme de l’Onu da parte der comitato norvegese messo apposta; a Stoccolma er riconoscimento personale ambito è stato attribuito a antri soggetti: Louise Gluck pe la letteratura, Alter, Houghton e Rice pe la medicina, Charpentier e Doudna pe la chimica. A Oslo s’è sottolineato che durante la crisi pandemica l’agenzia ha dimostrato capacità incredibili ne la lotta contro la fame ner monno. Er portavoce der Wfp Tornson Phiri se fa interprete de li sentimenti comuni: questo è un momento d’orgojo; la nomination in sé abbastava, annà avanti e essere nominati vincitori è a dì poco ’n’impresa; me sento davero onorato d’esse drento sta squadra granne. In quarche modo è ’n successo puro italiano, dato che la sede centrale der programma alimentare mondiale sta a Roma e in più, in anticipo su li tempi, ner 2004 j’è stata dedicata ’na moneta commemorativa da du’ euro.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi

Ne la foto: Tornson Phiri