Stagioni nove

11

Li socialisti democratichi tedeschi cianno ’n capo novo: a ’n passo dar novanta per cento der totale quello ch’è stato er ministro de le finanze der NordrenoWestfalia, Norbert Walter-Borjans, regola er vice cancelliere Olaf Scholz. Ner congresso de partito a Berlino se prevede ’na sterzata che dà la bonanotte a la coalizione grossa ne la prossima legislatura; l’istesso Borjans convince la platea che je batte le mano: si se vò rispettà davero lo spirito de Willy Brandt bigna fà ’n passo a sinistra come se deve. ’N tantinello più prudente è Martin Schultz, che aveva lassato la presidenza der parlamento europeo pe dedicasse senza manco ’na mezza sbattuta de mano a la politica interna; pija le distanze da le posizioni radicali de l’inglese Jeremy Corbyn, ma vò chiude la stagione de l’austerità ner continente. Durante la celebrazione a Strasburgo de li vent’anni de moneta unica, Jean-Claude Juncker ancora a la guida de la commissione aveva fatto autocritica p’er passato, parlanno de austerità avventata.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: Norbert Walter-Borjans