Prove de guera

51

Da le provocazioni nord coreane a le reciproche accuse americane e cinesi, drent’a ’na leticata che coinvorge antri protagonisti a comincià da li russi, s’ariva inzin’all’urtima mossa occidentale: la ripresa de le prove nucleari che starebbe in discussione  ne l’agenzie pe la sicurezza statunitensi. Le fonti de la notizia vengheno definite da daje retta dar Washington Post che l’ha fatta girà: sarebbe la prima vorta dar novantadue. L’esplosione sperimentale schiopperebbe sur piano politico e potrebbe compromette ’n effettivo processo p’er disarmo e contro la proliferazione de l’ordigni atomichi, ma puro produce  l’effetto paradossale de ’n’accelerazione de le trattative fra le tre potenze monniali pe ’na regolamentazione de l’arsenali, ner presupposto ovvio de l’irrilevanza de li ruoli europei e africani. Da Hong Kong l’attivista Joshua Wong lancia appelli disperati alla Ue pe ’n intervento sanzionatorio ne li confronti de Pechino e a l’Italia pe ’n disimpegno dar progetto de la via de la seta.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: Joshua Wong