Più cari i prodotti americani

34

Negli Stati Uniti occorrerà un mandato per accedere ai dati che mostrano la posizione di chi possiede un cellulare: lo ha deciso la corte suprema a stretta maggioranza precisando che il quarto emendamento garantisce la libertà di fronte a ispezioni non ragionevoli del governo. In Russia la polizia potrà confiscare smartphone e computer senza l’avallo di un giudice terzo: lo ha stabilito la corte suprema riferendosi a chi sia accusato di crimini di carattere estremistico o terroristico; secondo il «Moscow Times» la sentenza si presta a colpire chi posti sui social network contenuti di opposizione che i servizi di sicurezza potrebbero classificare come estremisti. Sono entrati in vigore i dazi applicati dall’Unione europea sulle importazioni di prodotti statunitensi come risposta all’aumento delle tariffe americane sulle importazioni di acciaio e alluminio; costeranno più cari prodotti come jeans, scarpe da ginnastica, cereali, burro d’arachidi. Il vice premier Luigi Di Maio spiega al congresso della Uil che il reddito di cittadinanza sarà riconosciuto in cambio di otto ore lavorative di pubblica utilità da prestare gratuitamente ogni settimana nei comuni; la norma dovrebbe essere inclusa nel decreto dignità definito la prima misura di questo governo. L’altro vice premier Matteo Salvini dichiara in una intervista allo «Spiegel» oggi nelle edicole che nel giro di un anno si deciderà se esisterà ancora un’Europa unita oppure no; la verifica è affidata alle trattative sul bilancio e alle prossime elezioni per l’europarlamento. Torna alla Scala di Milano dopo sessanta anni «Il Pirata» di Vincenzo Bellini con debutto venerdì 29 giugno: vi saranno sette repliche dal 3 al 19 luglio; all’arena di Verona l’Opera festival si è aperto più tradizionalmente con la «Carmen» di Bizet, che è diventata un simbolo contro la violenza sulle donne in quanto descrive uno dei più famosi femminicidi della storia.

Lillo S. Bruccoleri