Nu’ me fido!

21
di Ezzio Ripiscitti

Si tu fussi un tantino più fidato,
sarebbe er primo a strignete la mano
e a ditte che, da utentico romano:
vojo ’sto sodalizzio, si’ ammazzato!

Purtroppo ciò le prove che in passato
eri un amico quanno, appiano appiano,
nun so perché, sei diventato strano
e doppo, addirittura, sei cambiato.

Da «bianco fiore» te sei fatto «rosso»
e io, come se dice, frater caro,
nun tiro a stà co un borscevico addosso.

Devo studiamme la proposta tua:
finché ’sto benvenuto nu’ m’è chiaro
che ognuno ruspi ne la vigna sua.