Negà sempre

41

Covidioti li definisce la sociardemocratica filogovernativa Saskia Esken: so’ li quinnicimila manifestanti sur mezzo mijone previsto da l’organizzatori che sfileno a Berlinn e che ariveno a la porta de Brandeburgo pe la giornata de la libertà contro le misure imposte da l’emergenza sanitaria. Ne l’urtime ventiquattr’ore se so’ registrati in Germania mille casi in più de contagi, ma li negazionisti procrameno la fine de la pandemia e la condanneno come la più granne teoria cospiratoria lancianno li slogan loro a vorto scoperto e senza rispettà la distanza fisica de ’n metro e mezzo: semo la seconda onnata, semo rumorosi perché la libertà nostra viè rubata, la maschera è la stella ebraica nazista de li non vaccinati. La polizia interviè co richiami inascoltati ar megafono e annuncia su twitter d’avé presentato un reclamo pe mancata conformità a le norme igeniche. Ner monno se sfiorano oramai li diciotto mijoni de casi, mentre li Stati Uniti resteno er paese più corpito.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: Saskia Esken