Manca er miracolo

97

Rolf Hochhuth è ito all’arberi pizzuti a Berlino poco dopo che ha fatto ottantanov’anni: ne li primi anni sessanta fece sensazione er dramma suo Il vicario (Der Stellvertetrer), pubbricato da Feltrinelli ne l’edizione italiana: un testo parecchio aspro rispetto a Eugenio Pacelli accusato d’avé tenuto ’n atteggiamento più che tiepido verso er governo tedesco a li tempi de l’olocausto. Riprese l’argomento co la sceneggiatura der firme Amen diretto dar regista greco Costa Gavras, ma lapperlà la rappresentazione teatrale a Roma aveva potuto annà avanti ’na vorta sola ar debutto: prima aveveno deciso de chiude li locali perché amancava er certificato d’agibilità e solo dopo quarche giorno er prefetto vietò lo spettacolo dicenno ch’era contrario a le norme der concordato. Nun se sa quanto le polemiche abbino influito sur processo de canonizzazione de Pio XII, che inzin’a qua è solo che venerabile perché, come detto da papa Francesco, ancora nun c’è ’no straccio de miracolo e si nun ce so’ li miracoli nun se pò annà avanti.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: Rolf Hochhuth