Li tabblette

32

Cor deto affaccennato sur displei,
avanti e addietro pe cercà l’oppzzione,
incontri centinara de perzone
che stanno a smanettà come babbei.

Aifone, Aipadde, so’ li novi dei
d’un monno che ha perduto la raggione
a beneficio de l’evoluzzione,
e in de ’st’andazzo nun sai più chi sei.

Ma certamente hai perzo er senzo umano
si a casa, a scola, ar bare o in trattoria
stai sempre co quer fregno tra le mano.

E più t’illudi d’esse un macro… vippe,
grazzie a l’ordegno sfrattafantasia,
più ormai sei tale e quale a un micro… cippe.