La porta operta

81
di Peppe er Greve

Che fussi marfidato lo sapevo,
ma no fino a ’sto punto, sor Pescetto!
Nun so si quarchiduno t’ha mai detto
che stamo un po’ più in là der medioevo.

Io so’ quello che so’, eppoi nun devo
spiegà tutte le cose a un pupazzetto
come sei te. Stai tanto a fà er galletto…
Guarda che si m’incazzo me te bevo!

Lo vedi? Liticamo come prima
e, a dilla francamente, nu’ me piace
scannamme pe du’ frase scritte in rima.

Percui m’abbasso a ripricà l’offerta:
pe chi vò arzà er vessillo de la pace
la porta de Peppino è sempre operta.