La politica de mo

29

La politica è stata sputtanata
da la disonestà de certi fregni,
che hanno dimostrato d’esse indegni
de la fiducia che j’hanno accordata.

Nun passa giorno che nun viè svagata
’na tresca infame de ’sti megaingegni
che, dietro ar paravento de l’impegni,
tireno dritti dritti a la fregata.

Ossia brucià er pajone a ’sto paese
e, in conzeguenza, ar popolo italiano
che poi mette le toppe a certe imprese.

Tu amanchi de ’na virgola? So’ botte!
Co li marpioni, invece, se va piano.
Er monno è de li fiji de mignotte!