La crisi

242
RUGANTINO n. 12911 del 18 ottobre 2011
di Claudio Angelini

Stamo in crisi? Eh, da mo! Come se spiega?
Che nu’ lo sai? C’è poco da spiegà…
Come sempre, er governo magna e frega
li poveracci; e poi, sotto a tassà…

E er polo opposto? E che ha fa fà? S’aggrega,
strilla, ma l’affarucci sua li fa.
E er popolo? Strigne la cinghia, prega,
ma più de tanto, ormai, ’n se pò allungà…

Chi sta in arto nun molla, tanto penza
che la gente so’ tutti pecoroni;
perciò tira finché la corda cede.

La gente infatti – pare na scemenza –
p’empì la panza a tutti sti magnoni
è più ricca de quanto nun se crede.