Il cantante Bono Vox alza la voce

33

Il fenomeno delle migrazioni continua a essere un problema: il cancelliere austriaco Herbert Kickl dichiara a Strasburgo di non essere disposto a subire l’eredità di una sbagliata cultura dell’accoglienza. Con l’Italia sostiene di avere solide relazioni, ma naturalmente, in qualità di presidente di turno del semestre europeo, è necessario cooperare con tutti i capi di stato e di governo dell’Unione. Alla vigilia del vertice di Innsbruck dei ministri dell’interno della Ue, si terrà l’11 luglio il primo incontro tra Germania e Italia: Horst Seehofer e Matteo Salvini, dopo una cordiale e costruttiva telefonata, si preparano a individuare soluzioni comuni per il contrasto dell’immigrazione clandestina e a predisporre una proposta comune contro il terrorismo e per rafforzare la sicurezza interna. Prima del suo concerto al Madison Square Garden di New York il cantante Bono Vox davanti agli ambasciatori presso le Nazioni Unite afferma che queste, così come la Nato e la Ue, rischiano di sparire essendo sotto attacco: l’ordine internazionale basato su valori e principi condivisi deve affrontare la prova più dura in settanta anni di storia. Il presidente Usa Donald Trump se la prende con la Germania di Angela Merkel che dà il cattivo esempio agli alleati spingendoli a non aumentare le spese militari per la Nato, mentre i soldati americani continuano a sacrificare le loro vite all’estero o a tornare a casa gravemente feriti. Il capo dello stato italiano va in visita a Riga per il centenario dell’indipendenza della Lettonia; al termine del colloquio con il presidente lettone Raimonds Vejonis sottolinea che i rapporti bilaterali sono eccellenti e vanno rilanciati ulteriormente: sul piano culturale vi è grande sintonia e cooperazione. Al mundial si completa il tabellone dei quarti di finale con la Svezia che batte di misura la Svizzera e l’Inghilterra che prevale ai rigori su una combattiva Colombia.

Lillo S. Bruccoleri