Frontiere nove

55

Riapre ar trafico er London Bridge, indov’hanno commemorato co ’na cerimonia Jack Merrit e Saskia Jones, morti ammazzati nell’attentato all’arma bianca fatto da ’n terorista sortito da la galera che nun era tanto: hanno partecipato li capoccia politichi de tutti li partiti, dar conservatore Boris Johnson a li laburisti Jeremy Corbyn e Sadiq Khan; a la fine hanno pregato tutti assieme co ’n vescovo donna de la chiesa de là, quella anglicana. Se torna a la normalità quanno ch’amanca poco all’elezioni der 12 dicembre e già tutti penseno alla Brexit, che tra l’antre cose impedirebbe pure la libera circolazione: nun abbasteranno più le carte d’identità, ma bisognerà portasse appresso li passaporti; in più, pe li visitatori che vengheno da l’Unione e da li paesi der Commonwealth, come spiega er ministro de l’interno Priti Patel, sarà addoprato ’n sistema de visti elettronichi pe li controlli a la dogana, in modo da sgamà le persone a rischio; infine saranno messe antre misure pe impedì l’ingresso a li cittadini europei co precedenti penali.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: Priti Patel