Fantasie per l’anno nuovo

366

L’anno inizia con il settantesimo anniversario dell’entrata in vigore della costituzione, il primo gennaio 1948; e il quattro marzo, quando si voterà, saranno esattamente centosettanta anni dallo statuto albertino. Intanto siamo già in campagna elettorale e per la prima volta si sperimenterà dal vivo un sistema che ha il vantaggio, rispetto alla legislatura che si chiude, di non essere ancora caduto sotto la scure della consulta ed è già qualcosa. Per il resto è tutto da vedere e dal supremo colle vengono autorevoli ammonimenti ad essere concreti affrontando i problemi che più scottano a cominciare da quelli economici. E qui, sul terreno degli slogan su cui si sbizzarrisce la fertile fantasia di quotidiani inventori , ci sarebbe da chiedere, se non proprio la verità che spesso soffre di interpretazioni soggettive, almeno uno sforzo di sincerità: ed anche questa sarebbe già qualcosa, sperando che non si tratti di semplici illusioni.

Lillo S. Bruccoleri