Escurzioni programmate

29

Appena so’ in arivo le giornate
indò se parla solo de vacanza,
Cecilia, senza un’ogna de creanza,
me mostra er propio piano pe l’estate.

Discore de scurzioni programmate,
senza penzà pe gnente a la «finanza»».
Embè, so’ cazzi! So’ dolor de panza!
– L’amiche mia già l’hanno prenotate!

– L’amiche tua? – je faccio. – E che me frega!
Già è tanto tirà fora er necessario
pe quanto renne poco la bottega.

Senza quatrini, dimme, come famo? –
Dice: – Pe mo pijamese ’sto svario
e doppo, casomai, ne riparlamo.