Er veggetariano

49

Er fatto, sarvognuno, pare strano:
mi’ nonno ha in mente un’antra stravaganza:
benanche pò svarià ne l’abbonnanza
vorebbe diventà veggetariano.

Perché a le bestie je vò dà ’na mano,
come se dice, a nun fenì in pietanza
e cerca de scanzaje la mattanza
in quanto è un gesto troppo disumano.

Ner mentre nonna, che opera in cucina,
je dice: – Nu’ me rompe li granelli!
Sei difenzore de la razza ovina?

È inutile che tenti de sarvalli
perché nu’ m’arisurta che l’agnelli
se possino magnà senza ammazzalli.