Er tribbuno

21
di Bartolomeo Zagaja

Ho conosciuto tanti gradiatori,
ma come Tormarancio mai nisuno:
de lingua sciorta mejo d’un tribbuno,
ne sa sparà de tutti li colori.

Ogni cazzata che je sorte fori
è destinata a cojonà quarcuno;
ma Giggi nun s’avvede, sarvognuno,
che deve mette un freno a li bollori.

Tratta la sora Peppa da straccetto,
in quanto ha dato der maleducato
a un gradiatore degno de rispetto.

Ma quello che fa rode er chiccherone
è che ’sto trattamento arinomato
in fonno viè largito da un cafone.