Er sor puzzetta

43
di Ezzio Ripiscitti

Ma che gran paraculo er sor Peppino!
Quanno che je viè meno la ruganza,
s’inventa come scusa la vacanza,
penzanno d’appioppacce er contentino.

È un gradiator der cazzo! È un burattino!
E l’addimostra in d’ogni circostanza.
Antro che vate: è un manico de panza
che vò spacciasse pe cervello fino.

Ma la pacchia è fenita per davero
e appena che ritorna, er sor puzzetta,
si quant’è santo Iddio, lo faccio nero.

Adesso sta in vacanza, ’sto frescone?
Lasselo ritornà: c’è chi l’aspetta
pe sporzionaje quarche sganassone.