Er seme de la Concordia

82

Dopo l’urtimo passaggio a la camera de li comuni e tra ’n po’ pure la firma de la regina Elisabetta, la Brexit è ’n fatto, tenuto conto che a Strasburgo non se potrà che accettà lo stato de le cose. Er Regno Unito va via e da noi, facenno le debite proporzioni, se ne va Luigi Di Maio che, abbannonato er posto de capo politico e magara pure de capo delegazione der Movimento cinquestelle ar governo, se mantiè la posizione de ministro de l’esteri. Er portavoce de li parlamentari azzuri Giorgio Mulé fa notà che Di Maio lassa la nave quann’affonna come ha fatto Francesco Schettino, detenuto modello a Rebibbia pe le responsabilità sue ner naufragio de la Costa Concordia che j’è costato la condanna a sedici anni e un mese. Sembra che je piace bagnasse la capoccia co l’acqua de mare, quelo stesso mare che sopporta le conseguenze der suriscardamento globale. Su questo lancia l’allarme er principe der Galles che s’incontra a Davos co Greta Thunberg, mentre a Trump je dispiace de nun avé fatto l’istessa cosa.

 

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

 

Ne la foto: Giorgio Mulé