Er grand’omo

33
di La sora Peppa

Certo che nun conoschi la vergogna!
De tanti gradiatori, attacchi quello
più bono e più manzueto d’un agnello;
la verità è che forze cerchi rogna.

Je dai der lavannaro? E no! Bisogna
che fai quarche sollecito ar cervello
prima de dì cojonerie, fratello,
sinnò te gonfio come ’na zampogna.

Bartolomeo è un grand’omo e tanto abbasta!
Mica lo pòi confonne co la cricca
che sete voi, cocommmeri da tasta.

Pò darzi puro che nun sia ’na cima,
però nun fa le cose pe ripicca
e nun offenne come te la rima.