Crisi de governo

14

Le prime elezioni regionali de l’anno so’ fenite co la vittoria de la destra in Calabria e de la sinistra in Emilia Romagna, indove ha fatto cilecca er tentativo leghista de levà la maggioranza che c’era, che ‘nvece ha superato la prova. A livello nazionale s’allontana la crisi de l’esecutivo che se vociferava p’er ribartone che nun c’è stato e ancora deppiù la possibilità de l’elezioni anticipate, che ‘nvece so’ richieste dar premier sloveno Marjan Sarec, che se dimette de botto e spiega che er governo nun è stato capace da fà le riforme radicali e strutturali. D’elezioni se parla pure ne li Stati Uniti in rapporto a la cannidatura pe restà drento la Casa Bianca de Donald Trump co li problemi sua che mo se li sta a ciuccià er senato, indove però c’è la maggioranza de li repubbricani. L’urtima battuta vede li democratichi a l’attacco che chiedeno de fà testimonià l’ex consijere pe la sicurezza John Bolton, che anticipa affermazioni sur New York Times che pareno propio esplosive.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: John Bolton