Concrusione pe mo

120

Quindici: CONCRUSIONE (PE MO…)

Forse ho peccato un po’ de prosunzione,

ma er fatto resta e la paura è tanta;

nun se vede la fine der magone

e sto viraccio sfarcia e se la canta.

Chi rideva de l’Itaja

piagne adesso e strilla: – «Aja

Io nun ce rido:

lo so come se sta sopra lo spido.

Sedici: L’APPIDEMIA S’ALLARGA

Lo scapijato premier inghilese

dava a la gente sti conziji boni

che già la pesta stava ner paese:

– Precauzzioni! Solo precauzzioni! –

J’arispose uno più svejo:

– Ma sarebbe stato mejo

si, a quela data,

l’avessino pijate mamma e tata.