Concerto sott’er ponte

16

A distanza de ’n quarto de secolo bono da la discesa ’n campo Silvio Berlusconi ce tiè a restacce e lo dichiara apertamente in de ’na nota: l’orizzonte nostro è e ha da rimané l’alleanza de centro destra, basata su ’n progetto comune e su la leartà reciproca tra forze politiche diferenti ’ndove noantri rappresentamo la componente liberale, cristiana, garantista, europeista, portatrice de valori curturali e civili e ’ndò se fonna l’occidente, essenziale p’esse credibili in Europa e ner monno. A Genova, capoluogo de la regione co ’na giunta de l’istesso colore, l’orchestra de Santa Cecilia fa ’n concerto sott’er viadotto che se sta a fenì p’aringrazià tutti quelli che hanno lavorato a la costruzione; lo dirige Antonio Pappano su le note de la quinta sinfonia de Beethoven  a 250 anni da la nascita sua. Ma prima se fa omaggio a le quarantatre vittime der ponte Morandi co l’esecuzione de l’adagio per archi der compositore statunitense Samuel Barber.

Lillo S. Bruccoleri

(Traduzione di Massimo Moraldi)

Ne la foto: Antonio Pappano